Si è svolta domenica 12 maggio l’ inaugurazione dell’ Area Ristoro e della Sala Riunioni della sede dell’ AVIS Comunale di Imola. I lavori di ristrutturazione, che hanno avuto una durata di circa 3 mesi, si sono resi necessari in seguito alla modifica della legge nazionale relativa alle attività trasfusionali. Questa modifica prevede che il donatore abbia diritto ad un ristoro post donazione da consumare necessariamente negli spazi adiacenti al Centro Raccolta Sangue. Fino ad ora tale ristoro (composto da caffè, thè, cappuccino a scelta e una pasta dolce e salata) poteva essere consumato presso un bar convenzionato nei pressi dell’ Ospedale Vecchio, ma visto il naturale indebolimento fisico dovuto al gesto della donazione di sangue e volendo evitare possibili incidenti , si sono rese necessarie determinate modifiche strutturali alla sede. A tale scopo l’AVIS di Imola e l’AUSL hanno convenuto che l’area ristoro poteva essere allestita al primo piano del padiglione 6 utilizzando una parte della sala riunioni e prevedendo che l’accessibilità deve avvenire tramite ascensore.

L’intervento ha avuto un costo complessivo di € 108,000 suddivisi tra AVIS Comunale Imola e AUSL Imola, l’ AVIS a sua volta ha goduto del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e della SACMI.

All’inaugurazione erano presenti, oltre a tantissimi donatori e alle cariche dell’ AVIS Comunale di Imola, anche il Direttore Generale dell’ AUSL Imola Dott. Andrea Rossi, il Consigliere della Fondazione CRIMOLA Fabio Gardenghi, il Vice Presidente di SACMI Giuliano Airoli, l’ Assessore al Welfare per il Comune di Imola Claudio Frati e l’ Architetto Fabrizio Castellari che ha seguito i lavori.