Al centro dell’appuntamento con il neo direttore generale dell’Azienda Usl di Bologna, Dott. Paolo Bordon, la richiesta di avvio di un percorso incentrato sulla raccolta diretta associativa di sangue e plasma da parte di Avis

E’ fissato in agenda per il pomeriggio del prossimo 19 agosto l’atteso incontro tra il presidente di Avis Provinciale di Bologna, Claudio Rossi, ed il direttore generale dell’Azienda Usl di Bologna, Dott. Paolo Bordon.
Tema centrale dell’appuntamento la volontà di delineare una strategia futura inerente alla raccolta di sangue e plasma diretta associativa da parte di Avis come manifestato dallo stesso presidente Rossi nel corso della conferenza stampa indetta presso la Casa dei Donatori di Sangue lo scorso 6 agosto.
Saranno presenti all’appuntamento presso gli uffici della Direzione Generale della sede dell’Ausl di Bologna di via Castiglione anche il vice vicario di Avis Provinciale Bologna, Angelo Baldi, la Dott.ssa Vanda Randi alla guida del SIMT AMBo e del Centro Regionale Sangue RER ed il presidente di Avis Regionale Emilia-Romagna, Dott. Maurizio Pirazzoli.
“Ringrazio il Dott. Bordon e la segreteria della Direzione Generale dell’Ausl di Bologna per il celere riscontro e l’opportunità concertativa in merito ad una tematica così importante e significativa come quella della raccolta diretta associativa di sangue e plasma – commenta il presidente Claudio Rossi -. Un sinergico clima di dialogo e condivisione attraverso il quale sottoporre la nostra dettagliata analisi per il possibile avvio a Bologna di una modalità di raccolta che già avviene nel resto della regione”.

Mattia Grandi – Sara Stradiotti
Ufficio Stampa Avis Provinciale di Bologna